[REQ_ERR: 403] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. Padel, in 2 anni (inclusa la pandemia) boom di tesserati e nuovi campi – Napoli News

Padel, in 2 anni (inclusa la pandemia) boom di tesserati e nuovi campi

Il Padel tennis piace sempre di più. In soli 2 anni, inclusa la pandemia , i tesserati agonistici sono passati dai 7.000 del 2019 ai 60.000 del 2021, mentre i campi sono triplicati passando dai 1.000 di 2 anni fa agli oltre 3.000 di quest’anno. È con questi numeri di tutto rispetto che si terrà il 9 e 10 luglio a Poltu Quatu (Arzachena, Sassari) il Lexus Padel Vip Cup, la finale del torneo che si è concluso nei circoli delle città Italiane il 27 giugno 2021 e che vedrà molti Vip (da Totti a Cabrini, da Ferrara a Panucci) sfidarsi tra loro anche per sostenere attivamente We World Onlus , impegnata da oltre 50 anni nella tutela dei diritti umani. Ma vediamo nel dettaglio.

Cosa è il padel tennis

A differenza del tennis che prevede la battuta, il colpo di inizio della partita di Padel si fa dal basso e si gioca (soltanto) in doppio su un campo diviso in 2 da una rete, ma grande la metà rispetto a quello da tennis. Vengono utilizzate racchette più piccole, leggere e a piatto pieno con forellini. Una delle regole che contraddistingue questo sport dal tennis, è quella in cui i muri delimitanti il fondo campo fanno parte dell’area di gioco; se la palla rimbalza sui muri può essere respinta con la racchetta.

Numeri sempre più in aumento

In Italia tutti i tornei di Padel sono regolamentati dalla Fit (Federazione italiana tennis). Nel 2021 i tesserati sono oltre 60.000 (nel 2014 erano soltanto 300, mentre nel 2019 erano 7.000) mentre si contano oltre 500.000 praticanti (l’età va dai 10 ai 75 anni e il 50% è rappresentato da donne). In Italia attualmente ci sono oltre 3.000 campi: nel 2014 erano 10 mentre nel 2019 se ne contavano 1.000. La crescita esponenziale di questo sport fa crescere anche tutta l’industria del padel: costruzione campi, installazione circoli, racchette, palline e aumenta sempre più anche l’interesse di tutti i più importanti broadcast del mondo.
Il Padel, che si gioca in 95 paesi nel mondo con 51 Federazioni nazionali affiliate alla Fit, si avvicina anche al sogno olimpico: nelle scorse settimane è stato ufficialmente inserito nel programma definitivo dei Giochi olimpici europei giugno 2023.

Torneo maschile di padel

Il Lexus Padel Vip Cup si terrà quindi il 9 e 10 luglio a Poltu Quatu (Arzachena, Sassari). Il torneo nei circoli delle città Italiane è finito il 27 giugno e ha decretato 4 coppie amatoriali vincitrici (una per ognuna delle 4 macro aree previste). Il testimonial sarà ancora una volta Francesco Totti: le coppie di giocatori amatoriali qualificate sfideranno i Vip alla finale e finalissima a loro volta suddivisi in 6 coppie. Il torneo prevede il 9 luglio una prima sfida tra le 4 coppie amatoriali per eleggere la coppia vincitrice tra loro. Una seconda sfida tra le 4 coppie amatoriali e le 6 coppie Vip per le qualificazione alla finale. Tra i 12 Vip ci saranno Francesco Totti, Giampiero Maini, Ciro Ferrara, Stefano Fiore, PierLuigi Pardo, Vincent Candela, Christian Panucci, Antonio Cabrini, Luigi Di Biagio, Dario Marcolin, Jimmy Ghione e Luigi Carraro (Presidente Fip, Federazione internazionale Padel).
Il 10 luglio, invece, ci sarà la finale e a seguire la finalissima vincitori contro la coppia Vip a sorpresa.

Grand Hotel e della Marina di Poltu Quatu (Arzachena, Sassari)

Lo sport che sostiene le onlus

«È un evento che vuole celebrare il talento delle persone, le loro capacità – dichiara Maurizio Perinetti Lexus Director – ma anche la passione per lo sport e i valori condivisi di rispetto e fairplay che animeranno il torneo nello splendido scenario di Poltu Quatu. Proprio in questa occasione, insieme a personaggi amati da tutti come Francesco Totti, Lexus darà il via a un importante impegno che investe il gruppo a livello globale. Una strategia di inclusività contagiosa mirata a costruire ogni giorno una better society per tutti. Un progetto che vogliamo realizzare sostenendo attivamente We World Onlus, impegnata da oltre 50 anni a far riconoscere e rispettare i diritti fondamentali di ogni essere umano, in particolare di donne, bambini e bambine».
Il Gruppo Pulcini è proprietario del Grand Hotel e della Marina di Poltu Quatu e, grazie al fatto che il padel è diventato uno sport di tendenza anche in vacanza, ha allestito un campo dedicato per il torneo del 9-10 luglio. «Siamo felici di ospitare questa manifestazione nei nostri nuovi campi da padel – spiega Antonio Pulcini, fondatore e Presidente del Gruppo -, un evento ancor più significativo in questo periodo, non soltanto per lo sport e per il sociale ma anche perché di buon auspicio per la ripresa del turismo a livello internazionale».

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *